pocahontas

anna123

Guest
Questa e la storia del nostro villaggio e insieme a tutti voi,noi tutti membri della città,vogliamo farla diventare piu interessante!!!
chi insieme a noi voglia continuare questa storia.........lo faccia senza problemi!!!:D




storie del west
far west pocahontas city

Nasce nel 1870 da Quaita,saggio di una grandissima tribù,era in viaggio quando gli venne l'idea di formare un proprio villaggio,con i suoi amici costruirono questa città che pian piano ebbe grandi valori,e diventò famosa per le idee e i lavori elaborati dalle donne che lavoravano tessuti di animali,per fare abiti ai passanti del villaggio.
Tutte le persone che si trovavano li nn avevano l'idea di come fosse stata la loro vita lontano da quella città.e quindi nel passare degli anni la città diventava sempre piu grande e sempre più affollata.
Quaita felice del suo successo,festeggiava con tutta la tribù,nella notte tra le stelle e danze intorno al fuoco,ogni 13 del mese,ogni volta si divertiva a raccontare storie fantasiose,gli occhi dei bambini brillavao di gioia quando veniva raccontata la storia di bekito,un bambino che viveva da solo nelle tane dei lupi...e quegli occhi venivano rattristati nel racconto della vecchia che passava di notte in quel villaggio,il fantasma della vecchia manata,cosi chiamata,ogni qual volta veniva pronunciato il suo nome lei..........e Quaita nn finiva mai di portare a termine questa storia piena di misteri,e tutti erano curiosi di sapere la verità......!!!
Quaita a quei tempi era solo un ragazzo di 20 anni,desideroso di crearsi una famiglia,di trovare l'amore giusto che le stelle gli sussurravano,sentiva ogni sera il profumo dell'aria,era il profumo dei vecchi saggi,si raccontava che chi l'avrebbe sentito avrebbe avuto grandi cose nella vita,a cominciare dei propri sogni.
Infatti inizio a cavalcare cavalli a cacciare,e a diventare grande venditore di lana,e da questo venne diffusa la notizia in tutta la contea.
Un giorno le sagge stelle portarono al villaggio una famiglia,composta da 7 maschi e una donna,erano orfani di madre e l'unica figlia femmina aveva il compito di restare a casa mentre gli uomini terminavano la loro giornata di lavoro.
Lei si chiamava,,,Pocahontas...una donna bella,di gran fascino,alta fisico magro occhi chiari cm l'acqua del mare al riflesso della luna,i capelli neri cm il manto della pantera....lui s'innammoro e ogni sera andava a spiarla,s'incrociavano gli sguardi ....e l'amore nacque a colpo di fulmine....ogni sera un'incontro,ogni sera un bacio......poi..decisero di fidanzarsi e decisero di dire tutto al padre...!!
DAL SUO AMORE Quaita prese la decisione di chiamare il suo villaggio come la sua amata......E nacque il nome di Pocahontas.... :rolleyes:

ma al padre nn piaceva il fato ke pocahontas si sposase con lui...li disse ke doveva stare alla larga da lei se voleva rimanere vivo...:eek:

Infatti Pocahontas era stata promessa in moglie da quando era una bambina ad un giovane guerriero di nome Kwahu, giovane coraggioso dal cuore puro. La necessità di poter lavorare e mantenere i suoi figli aveva spinto il padre di Pocahontas, il buon Sewati, a spostarsi e cercare fortuna altrove. Uomo dai sani principi e rigido sulle tradizioni, aveva concesso in moglie la sua unica figlia all'età di sei anni. E ora Kwahu sarebbe giunto presto con la dote con cui in cambio avrebbe avuto la sua sposa. Ma si sa l'amore non conosce confini e nessuna dote o forte guerriero potevano sostituire l'allegria e la gioia che Pocahontas provava nell'incrociare lo sguardo di Quaita...
 

faffabaia92

Guest
Pocahontas stava camminando tranquilla sulla riva del fiume: non immaginava cosa le sarebbe successo di lì a poco.

Scuoteva dolcemente la testa, i suoi capelli ondeggiavano, mossi dalla stessa brezza che tinge di bianco le onde del mare. Come all'improvviso, si fermò: un grande fiore giallo con sfumature brillanti aveva attirato la sua attenzione!
Piccole api ci ronzavano attorno e ciò contribuiva a rendere ancor più magico quel dono della natura dai petali dorati. L'acqua cristallina del fiume le solleticava i piedi, creando in lei un brivido freddo che, lentamente, risaliva la schiena. "E' un incanto" rifletteva tra sè e sè, mentre si distendeva su quell'erba soffice, che odorava ancora di rugiada!

Le api ora se ne erano andate: il silenzio regnava sovrano. Solamente un uccello audace, ogni tanto, lanciava il suo richiamo d'amore.
Clap clap clap clap Proveniva un suono da lontano che si avvicinava sempre di più, come un torrente in piena che rompe gli argini: Pocahontas si alza spaventata, ma oramai per lei è troppo tardi.

Un fiero destriero, spronato a sangue, era già giunto all'orizzonte per portarla via: sulla sella vi era un uomo senza scrupoli, abbronzato e tarchiato, con un'enorme cicatrice che gli sfregiava il volto. Pocahontas non ci mise molto a riconoscerlo, nonostante i suoi bellissimi occhi azzurri fossero rigati da grosse lacrime, mentre veniva strappata via dalla sua terra natia: quell'uomo così audace era Kwahu!

Urlava, strepitava e chiedeva aiuto: ma chi l'avrebbe mai sentita in mezzo a quella foresta? Mentre nel cuore le moriva la speranza di ritornare nella sua tenda per divedere il suo amato Quaita, la sua mente geniale stava elaborando un piano per salvarsi.

Prese dalla sua cintura un piccolo pugnale di selce e ci legò attorno la sua collana: ma appena Kwahu la vide, gli strappò subito il pugnale di mano, che andò a conficcarsi nel tetro tronco di un albero.

L'unica speranza per Pocahontas è che Quaita, preoccupatosi poichè non vedeva ritornare la sua amata, si metta sulle sue tracce e trovi il pugnale...:)
 

faffabaia92

Guest
ah ah ah...non penso che questa storia avrà un seguito: colei che ha iniziata è stata bannata! :(
 
In cima